Privacy Policy
Gestione 2000 srl
P. Iva 06314911006 

A CENA TRA LE CELEBRITA’, DA ALFREDO ALLA SCROFA

September 11, 2016

Sale ampie, eleganti e intime, in cui dominano le sensazioni contrastanti del calore del legno di parquet e pareti e il candore luminoso dei piatti e delle tovaglie con cui sono apparecchiati i raffinati tavoli. Grazie anche a un’accoglienza sempre professionale e impeccabile, una volta chiusa la porta su una delle vie più conosciute del centro storico di Roma, si entra nel ristorante che rappresenta un pezzo di storia tra i locali della Capitale, quello in cui è nato uno dei piatti più celebri della tradizione culinaria italiana in tutto il mondo: siamo al civico 104 di via della Scrofa, da Alfredo alla Scrofa.

 

La storia di questo celeberrimo ristorante romano inizia oltre un secolo fa, nel 1914, quando Alfredo firma un contratto per trasformare una locanda con mescita di vino senza cucina- esistente dal 1907- in quello che in pochissimi anni diventerà tappa obbligata per ogni turista in visita a Roma e punto di ritrovo per tutte le cene mondane della Capitale. Tanto successo si deve anche all’invenzione, negli anni Venti, delle famosissime fettuccine Alfredo, un piatto tanto semplice quanto gustoso che ancora oggi viene presentato e servito ai commensali seguendo gesti precisi, quasi un rito, dalla mantecatura al momento in cui viene servito agli ospiti. Alfredo resterà nel locale che porta il suo nome fino al 1943, anno in cui gli subentrano i nonni degli attuali gestori, Mario e Veronica, che tuttora rendono onore alla tradizione nata tra quelle antiche mura.

 

A testimonianza del fatto che è proprio qui, in questo ristorante, che le fettuccine sono nate, una serie di documenti tramandati ai nuovi proprietari insieme con il locale e tutti i suoi contenuti, compresa una storica coppia di posate d’oro con dedica, un cucchiaio e una forchetta: sono state donate ad Alfredo nel 1927 da Douglas Fairbanks e Mary Pickford, celebre coppia di divi del cinema muto americano che mangiarono nel ristorante di via della Scrofa durante il loro viaggio di nozze a Roma e si innamorarono delle deliziose fettuccine, al punto da voler regalare al grande ristoratore qualcosa che testimoniasse il loro apprezzamento.

 

Queste posate sono ancora qui, e sono parte integrante e meravigliosamente scenografica del rito di mantecatura che rende uniche le fettuccine alla Alfredo: a testimonianza del fatto che è qui che è nata la di quel piatto conosciuto in tutto il mondo come simbolo del buon cibo italiano, nonostante le molte storie costruite ad arte, e a posteriori, per attribuire il titolo di luogo di nascita ad altri locali in giro per la Capitale. Testimonianza resa dalle decine di fotografie e ritratti autografati che decorano le pareti del locale: da Sophia Loren ad Audrey Hepburn, da Frank Sinatra a Dean Martin, da Ringo Starr ad Andrea Bocelli, da Clark Gable ad Aldo Fabrizi, da Sandro Pertini a Greta Garbo, non esiste celebrità di passaggio a Roma che non sia passata a cena dal ristorante amato dalle star di Hollywood, accolta da Alfredo in persona o dalla famiglia che ha acquistato la proprietà e lavora ogni giorno per tenerne vivo il mito.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti